Vizi e stravizi di incontri virtuali

Questo blog vuole essere una finestra sul mondo degli incontri realizzati attraverso i siti internet o le chat. Inviatemi le vostre esperienze belle o brutte a questa e-mail: meeticamente@email.it ... Saranno pubblicate qui, in forma anonima e riservata

venerdì, ottobre 20, 2006

La verità sui vizi e stravizi

Dopo l’iscrizione sui siti di incontri, sono ossessionata piu’ dalla teoria che dalla pratica.
Di getto mi sono iscritta, ma poi riflettendo ho iniziato a cercare e ricercare le esperienze. Voglio una STATISTICAAAAAAAA. Non esiste?
Cavolo! Mi sembra un mondo fantastico! Dalle esperienze rese pubbliche (anonime e no) ho trovato Donne che da anni aspettavano e .. tac! Acceso l’interruttore hanno trovato! Uomini soli e delusi e .. tac! La donna della vita come un FILE magico è stata “scaricata” dal meetici siti.
Ho trovato anche (non ne faccio la pubblicità, ma se insistete!!) un sito di incontri virtuali che accanto alle esperienze vissute, annotava delle “reazioni a caldo”…Ho riso!
Ma esiste veramente questo mondo fantastico o esistono solo chi tramite mail (ricevute) e senza nemmeno una foto pubblicata vuole fare sesso e subito? (!).
Forza raccontatemi Voi un po’ della Vostra verità.
Meetica

mercoledì, ottobre 18, 2006

La Foto

Sono tempestata di mail “automatiche”, mail con l’elenco dei nuovi iscritti, mail con l’elenco di chi ha visionato la mia pagina … e soprattutto una mail, molto insistente, che mi consiglia di pubblicare la mia foto. La foto? Non ci avevo pensato, ma considerando il luogo virtuale come una vetrina: perché non pubblicare direttamente la merce? Io non comprerei nulla tramite una semplice descrizione.
La foto è quindi essenziale.
In effetti ho esitato a pubblicare la mia foto ma non ho esitato a soffermarmi su quelle pubblicate.
La foto discrimina.
Se è un luogo virtuale ed anonimo perché devo rendermi subito visibile? E se qualcuno mi riconosce? magari un collega, un vicino di casa ... potrei scambiare un semplice sorriso per un sorrisetto complice e ... No, al momento niente foto!


Oggi , da buona internauta, ho trovato anche un sito che, tra tanti consigli alle donne, ne dava di preziosi per quelle, come me, che intraprendono il percorso dei siti di incontri.
Una specie di vademecum, un manuale su come “utilizzare” i siti di incontri al fine della vittoria finale. Quanti Vizi e stravizi!

Meetica

sabato, ottobre 14, 2006

Prepararsi bene

Per le chat non sono una novellina!! Le ho utilizzate parecchio. Ho vissuto all’estero e ho fatto molto uso di tutti gli strumenti informatici e telefonici (Msn, Skype, …Iminuti,…) che mi potessero collegare subito e con poca spesa alle persone care.

Ma oggi ho esitato!! Sono da poco iscritta su qualche sito di incontri e quindi credo che sono stata “messa in vetrina” direttamente da chi il sito lo gestisce… avranno, sicuramente, inviato degli aggiornamenti ai “soci” sulle ultime iscrizioni, ho ricevuto già i primi inviti alle chat.

Non ho ancora risposto. Ho visto i profili dei richiedenti e non mi sono molto piaciuti e spero che non sia solo una scusa!

Ho anche l’impressione che ci sia una sorta di privilegio per le signore, nel senso che per i signori uomini (ma non sempre) il servizio sia a pagamento ….
Per la verità non lo trovo giusto! In fondo siamo tutti degli sfigati, che vogliono, senza “spendere” troppe energie, incontrare qualcuno nei luoghi virtuali.


Si potrebbe andare in palestra ( sito ben rinomato per le “acchiappanze”), ma è piu’ comodo farlo da casa o in ufficio (laddove è possibile), comodamente seduti, nella protezione dei propri “luoghi comuni”, nell’anonimato e magari crearsi un’identità o un’immagine diversa, l’identità e/o l'immagine che vorremmo ci appartenesse per davvero.
A presto.
Meetica

venerdì, ottobre 13, 2006

Capitolo primo: Iscrizione

Alla fine ce l’ho fatta. Mi sono iscritta. Ho dovuto riempire tutte quelle form. Trovare un alias accattivante, dichiarare le mia età e l’intervallo di età di Lui. Chi e cosa cerco? Dare la mia email, ne ho creata una ad hoc.
Poi ho dovuto descrivermi fisicamente e descrivere i miei interessi e quello che mi piace. E anche dare delle indicazioni di massima su "quello" che cerco.
In realtà non credo di aver nulla in particolare e non l’ho trovato divertente, anzi!
Come si fa a racchiudere in domande a risposte guidate una persona? Non so Voi, ma l’ho trovato un po’ mortificante. Forse sto partendo già con il piede sbagliato.
Recentemente ho letto un libro di un autore francese (Orsenna), che raccontava la storia di una donna che chiedeva un visto per entrare in Francia. Cavolo! Ad ogni domanda del modulo richiesto, rispondeva con un paragrafo, alla fine ne è uscito un libro: un’autobiografia. Un bel libro!!


Ritornando a me, ho dovuto anche trovare un annuncio. Una specie di annuncio pubblicitario, che attirasse i “compratori”!!

Ma diligentemente ho compilato anche quello, e Voi avete avuto i miei stessi problemi o è filato tutto liscio?

giovedì, ottobre 12, 2006

la mia prima esperienza su un sito per incontri

Cara Meetica,
ho scoperto ora il tuo blog e volevo approfittarne per raccontare una mia esperienza avuta diversi anni fa quando avevo 18 anni.Venivo da una pseudo-storia piuttosto sofferta con uno str**** e bugiardo, che diceva tante cose belle ma in realtà era una persona autodistruttiva che non sapeva amare nemmeno sé stesso e ha cercato di trascinarmi nella sua voragine di tristezza. Ne sono uscita bene, grazie alla mia forza d'animo, e forse perché a quell'età "amore" significava anche infatuazione, rincorrere una persona che già sai che non potrà darti quello che desideri.
Quando ancora ero cotta di questo qui sono iscritta a un sito per incontri, il mio nickname era "dreamingofyou". Volevo dimostrare a me stessa che ero una ragazza forte e volevo rimpiazzare da subito il vuoto che avevo nel cuore.
Mi ha contattato un ragazzo di 19 anni, che come me stava all'ultimo anno di liceo e viveva nella mia stessa città (Roma).
Ci siamo scritti poco, subito ci siamo scambiati i numeri di telefono. Io non gli ho detto quasi nulla della mia sbandata. Dopo un mese di telefonate lunghe e dolcezze varie (che da parte mia erano abbastanza forzate, perché il mio cuore era impermeabile), ci siamo incontrati. Prima di incontrarlo, io ho praticamente mandato a quel paese in malo modo lo str****.
La prospettiva di stare per incontrare un ragazzo dolce, sensibile e tenero, mi aveva fatto aprire gli occhi.
Siamo andati in un parco di Roma, dove di solito si fanno appuntamenti galanti. Lui effettivamente è un ragazzo carino... Alto, capelli scuri, occhi scuri, bel fisico. Non ha fatto per nulla caso ai miei chili di troppo.
Dopo circa quattro cinque ore che stavamo passeggiando e ormai si erano esauriti gli argomenti di conversazione, mi ha chiesto se mi volevo mettere con lui, io ho risposto di si e ci siamo baciati. Una serie di baci durata circa... due ore?? :-)
Tutto molto carino e dolce.

Ma il mio cuore forse non era predisposto a questo. E poi, al di là della voglia di compagnia, della voglia di dolcezza, cosa avevamo in comune io e lui?
Praticamente poco. Ascoltavamo musica diversa, ci piacevano film diversi, lui amava la discoteca e io la detestavo, e anche riguardo alla politica la pensavamo molto diversamente. E comunque, per me era importante e per lui non contava affatto.
Siamo usciti ancora per una ventina di giorni, facendo le solite cose che fanno i teenager... Baci interminabili, abbracci, discorsi sciocchi.
Devo dire però che la cosa più carina di questa storia è stato uno scambio di lettere. Gli scrissi una lettera dolce e lui mi ha risposto con una lettera altrettanto carina, dove mi ha anche scritto che gli sarebbe piaciuto che un giorno mi avrebbe potuto dire quelle due parole... :-D Questa cosa non è mai successa, perché io questo ragazzo l'ho lasciato, e neanche in modo troppo carino, però ancora ci sentiamo oggi e siamo rimasti amici. La sua lettera l'ho conservata. Forse per lui non erano un problema le divergenze che c'erano, ma per me si. Non ci riesco proprio a stare con qualcuno con cui posso condividere poco. Lo considero ancora un tipo superficiale per quanto riguarda le faccende di cuore (cosa che credo, onestamente, riguardi la maggioranza dei maschietti), però provo grande stima e rispetto per lui, e mi pento anche di qualche bugia che gli ho detto, non lo meritava.Comunque ho avuto anche un'altra esperienza grazie ai siti per incontri, magari più avanti la racconterò!!
Bacioni da Celine

mercoledì, ottobre 11, 2006

virtuali incontri

Ed eccomi convertita alla moda dei blog! Sto per convertirmi quasi contemporaneamente agli incontri per Internet, alla ricerca della mitica anima gemella, e ho creato questo blog per raccontarvi le mie peripezie in questi luoghi virtuali. Ma non essendo (ancora) un’esperta ho bisogno di Voi. Raccontatemi le vostre esperienze, fatemi capire come funzionano e se funzionano questi luoghi di incontri.
Lo so che siete (siamo!) in tanti, sparsi su meetic,
love@lycos, onemeet, cupid … cuori solitari e/o letti solitari in cerca. Facciamoci compagnia, mettiamo a disposizione le nostre esperienze, senza veli, senza reticenze. Vi aspetto.